Nasce il sistema nazionale di gestione di Pneumatici Fuori Uso: per l'Italia obiettivo raccolta 100%

In vigore dal 9 giugno il D.M. 82 dell’11 aprile 2011, che attribuisce ai produttori/ importatori di pneumatici la responsabilità della raccolta e recupero di questo prezioso materiale.
Chiari gli obiettivi alla base del provvedimento, in linea con gli indirizzi UE: evitare la dispersione, sviluppare impieghi nuovi ed esistenti del materiale, ottimizzare e rendere efficiente il sistema. Ecopneus effettuerà raccolta, valorizzazione e monitoraggio dei PFU pari ai quantitativi di immesso nel mercato del ricambio dai principali produttori/importatori in Italia.

E’ partito, quindi, l’avvio di tutte le procedure e gli adempimenti organizzativi, tra cui la dichiarazione presso il Ministero dell’Ambiente da parte delle aziende dei propri quantitativi di immesso sul mercato ed eventuale dichiarazione di adesione a “strutture associate”; tra 90 giorni si entrerà nella fase gestionale vera e propria e sarà avviato il ritiro gratuito dei PFU presso oltre
30.000 tra gommisti, autofficine, sedi di flotte di veicoli su tutto il territorio nazionale e il successivo invio agli impianti di trattamento e/o di valorizzazione.

Chiari ed impegnativi gli obiettivi di raccolta che i produttori/importatori dovranno raggiungere in breve tempo:
• entro il 2011: 25% di recupero rispetto al quantitativo immesso nel 2010
• entro il 2012: 80% di recupero rispetto al quantitativo immesso nell’anno solare precedente
• dal 2013: 100% di recupero rispetto al quantitativo immesso nell’anno solare precedente

 

Scarica il comunicato stampa clicca qui


PFU Academy