Stanza edilizia, sala dei pannelli fono isolanti

Si lascia l’area degli asfalti e si entra nella zona successiva, relativa alle applicazioni domestiche dei derivati dei PFU per l’insonorizzazione acustica.

 All’interno della sala circolare è allestita una postazione per più persone, con 2 docce sonore per la riproduzione dei contributi audio. Sulla parete antistante è allestita una proiezione di grandi dimensioni che riproduce un interno di un appartamento tradizionale. Sul video appaiono delle grafiche che mostrano la composizione delle pareti (come degli spaccati animati) e successivamente dei simboli e delle indicazioni sui rumori che sono riprodotti dalle docce sonore: di volta in volta il suono emesso è relativo ad un rumore “tipico” delle nostre abitazioni: la passione per il bricolage del vicino, una lavatrice in funzione in una stanza attigua, i tacchi della signora del piano di sopra. I suoni sono riprodotti “a volume normale” una prima volta, accompagnati dalla segnalazione che le mura non presentano alcuna insonorizzazione. Successivamente viene riproposto lo stesso suono ma con la segnalazione visiva che nelle pareti è presente un’intercapedine fono isolante, realizzata con polverino da PFU. Il suono questa volta risulta attutito e ovattato. In grafica è visualizzato lo spaccato di una parete con la guaina fono isolante.

Edizioni Ambiente