La raccolta dei PFU grandi, medi e piccoli

La raccolta dei PFU piccoli, medi e grandi di Ecopneus nel 2020

Tipologia di PFU Quantitativi raccolti
(tonnellate)
PFU Piccoli (da 0 kg a 10 kg)
Moto, Scooter, Quad, MP3, Enduro, Autovetture, SUV, LCV, Caravan, Roulotte
14.789
PFU Medi (da 11 kg a 109 kg)
Autocarro, Bus, Motrici, Trailers
2.513
PFU Grandi (da 110 kg a 750 kg)
Industriale, agricolo, movimento terra
344
(target di raccolta annuale: 6.500 tonnellate)
Guarda anche i dati di raccolta dei PFU grandi, medi e piccoli nel 2019

La raccolta dei PFU piccoli, medi e grandi di Ecopneus nel 2019

Tipologia di PFU Quantitativi raccolti
(tonnellate)
PFU Piccoli (da 0 kg a 10 kg)
Moto, Scooter, Quad, MP3, Enduro, Autovetture, SUV, LCV, Caravan, Roulotte
174.265
PFU Medi (da 11 kg a 109 kg)
Autocarro, Bus, Motrici, Trailers
42.874
PFU Grandi (da 110 kg a 750 kg)
Industriale, agricolo, movimento terra
3.281
(target di raccolta: 3.197 tonnellate)

La gestione della raccolta dei PFU grandi, medi e piccoli

Ogni anno in Italia arrivano a fine vita circa 350.000 tonnellate di pneumatici, risultanti dalla sostituzione dei pneumatici sui veicoli in circolazione: i dati evidenziano che ogni anno vengono immessi nel mercato del ricambio circa 30 milioni di pneumatici da autovetture, 2 milioni per autocarro, 3 milioni per mezzi a 2 ruote e oltre 300.000 per mezzi industriali ed agricoli.

Questi ultimi, rappresentano una piccola quota rispetto l’immesso nel mercato complessivo, circa lo 0,9%, ma guardando alla percentuale in peso rispetto al totale, la quota sale a oltre il 4%, dovuto alle grandi dimensioni e al conseguente peso, di questa tipologia di Pneumatici Fuori Uso.

Come è facile immaginare, le caratteristiche di questa tipologia di pneumatici richiedono un alto grado di specializzazione e dotazione tecnica da parte delle aziende che si occupano delle attività di prelievo, spostamento e trasporto ai centri di trattamento, e notevoli sforzi gestionali per assicurare che in qualunque parte d’Italia anche tutti questi Pneumatici Fuori Uso siano avviati ad un corretto processo di recupero.

Infine, anche le aree dove vengono generati i Pneumatici Fuori Uso di grandi dimensioni (aziende agricole, cave, siti industriali) sono solitamente fuori dai grandi agglomerati urbani o in località comunque non facilmente raggiungibili, il che rende ulteriormente più onerosa e complessa la loro raccolta.

Anche per questi motivi è ancora più importante l’impegno di Ecopneus nel garantire la loro raccolta su tutto il territorio nazionale, isole minori comprese, e il loro recupero e riciclo presso le aziende di trattamento della filiera Ecopneus.

Numero di PFU raccolti per ogni intervento di prelievo

Un altro utile indicatore della capillarità della raccolta Ecopneus sul territorio è il numero di “pezzi” raccolti per ogni intervento di prelievo dei PFU presso gli operatori del ricambio. Più è basso il numero PFU raccolti per ogni singolo intervento di prelievo, più la raccolta è stata capillare e ha interessato piccoli centri di ricambio in località anche remote. La raccolta dei PFU presso punti di generazione (gommisti, stazioni di servizio, autofficine, etc) di piccole dimensioni è infatti più onerosa in quanto consente meno efficienze rispetto l’effettuare la raccolta presso grandi centri di ricambio pneumatici (dove con un unico intervento è possibile raccogliere molti più PFU). Se prendiamo in considerazione gli interventi di raccolta “manuale”, ossia effettuata senza l’ausilio di container o cassoni dedicati e che rappresenta il 94% della raccolta complessiva di Ecopneus, notiamo che nel 58% degli interventi di prelievo di Ecopneus nel 2019 sono stati raccolti meno di 200 “pezzi”. Quota che sale al 75% se consideriamo gli interventi di prelievo con meno di 300 pezzi.

Anche nel 2020 la raccolta prosegue in linea, anche se con una leggera flessione: a gennaio, nel 46% degli interventi sono stati raccolti meno di 200 pezzi e nel 65% meno di 300.

Numero di PFU prelevati per ogni intervento di prelievo nel 2019 e 2020

 

  2019 2020

Numero di pezzi

Nr. prelievi % Nr. prelievi %
≤ 100 21.982 26% 961 17%
da 101 a 200 26.794 32% 1.645 29%
da 201 a 300 14.465 17% 1.066 19%
superiore a 300 19.901 24% 1.976 35%
TOTALI 83.142 100% 5.648 100%

Rapporto tra richieste di prelievo ricevute e richieste evase

La cartina in calce contiene i dati riferiti al rapporto tra le richieste di prelievo dei PFU inserite nel sistema informatico di Ecopneus dagli operatori del ricambio (gommisti, stazioni di servizio, autofficine) e le richieste di prelievo evase da Ecopneus attraverso le aziende partner.

Gli eventuali scostamenti tra i due valori possono essere dovuti alle modalità di gestione delle richieste di prelievo dei PFU, in quanto le  richieste di prelievo ricevute possono in alcuni casi essere gestite anche nel mese successivo.

Visita anche la nostra pagina sull’andamento mensile della raccolta dei PFU per scoprire i dati della raccolta Ecopneus dei PFU mese per mese, per ogni Regione italiana.

Valle d'Aosta Piemonte Lombardia Trentino-Alto Adige Friuli-Venezia Giulia Veneto Emilia Romagna Liguria Toscana Umbria Marche Abruzzo Molise Puglia Basilicata Calabria Sicilia Campania Lazio Sardegna

Rapporto tra richieste di prelievo inserite nel sistema informatico Ecopneus e richieste di prelievo evase

 

Dati aggiornati al 31 gennaio 2020

Regione Richieste di prelievo inserite Richieste di prelievo evase Rapporto richieste inserite/richieste evase
Abruzzo 160 124 78%
Basilicata 67 42 63%
Calabria 256 192 75%
Campania 604 562 93%
Emilia-Romagna 444 357 80%
Friuli-Venezia Giulia 89 83 93%
Lazio 821 891 109%
Liguria 153 152 99%
Lombardia 899 880 98%
Marche 230 190 83%
Molise 45 33 73%
Piemonte 308 379 123%
Puglia 448 386 86%
Sardegna 221 193 87%
Sicilia 583 523 90%
Toscana 468 429 92%
Trentino-Alto Adige 106 118 111%
Umbria 82 59 72%
Valle d’Aosta 14 17 121%
Veneto 531 401 76%
Scopri i dati sulle richieste di prelievo ricevute e evase nel 2019

Rapporto tra richieste di prelievo inserite nel sistema informatico Ecopneus e richieste di prelievo evase nel 2019

 

Regione Richieste di prelievo inserite Richieste di prelievo evase Rapporto richieste inserite/richieste evase
Abruzzo 1.869 1.878 100%
Basilicata 692 719 104%
Calabria 3.887 3.609 93%
Campania 7.954 7.850 99%
Emilia-Romagna 6.684 6.372 95%
Friuli-Venezia Giulia 1.511 1.459 97%
Lazio 11.025 10.909 99%
Liguria 2.550 2.437 96%
Lombardia 13.090 12.135 93%
Marche 2.718 2.753 101%
Molise 447 439 98%
Piemonte 5.125 4.952 97%
Puglia 7.730 7.416 96%
Sardegna 3.057 2.920 96%
Sicilia 7.200 7.205 100%
Toscana 5.651 5.550 98%
Trentino-Alto Adige 1.866 1.776 95%
Umbria 1.090 1.052 97%
Valle d’Aosta 331 316 95%
Veneto 6.765 6.553 97%