Recupero di materia e energia

Confronto percentuale tra quantitativi di PFU indirizzati a recupero di materia e a recupero di energia

 

  2019 2020
(aggiornato al 31 ottobre 2020)
Recupero di materia 50% 44%
Recupero di energia 50% 56%

Valorizzazione della gomma da riciclo

L’impegno di Ecopneus per la valorizzazione della gomma da riciclo sul mercato nazionale risponde ad alcuni assunti di fondo:

  • attuare la gerarchia assunta in ambito UE -ed adottata dal Legislatore italiano- per la gestione dei rifiuti, privilegiando e dando priorità al recupero di materia e agevolando le fasi propedeutiche del riuso e della ricostruzione;
  • accompagnare e sostenere consolidamento e sviluppo delle aziende del settore per una sempre migliore qualità del materiale in uscita dagli impianti;
  • promuovere mercati per il materiale così disponibile, privilegiando l’orizzonte nazionale e ricorrendo all’estero come seconda opzione.

 

Se forte è l’impegno di Ecopneus per il riciclo della gomma da PFU, la stessa attenzione è posta alla preparazione al recupero dei PFU come combustibili derivati per la produzione di energia, per quelle quantità che ogni anno il mercato delle applicazioni non è in grado di assorbire. Questo segmento rappresenta una componente fondamentale per la chiusura del ciclo del recupero dei PFU, anche a fronte di un mercato interno della gomma riciclata da PFU ancora non sufficientemente maturo per assorbire tutto il materiale disponibile.

Tutte queste azioni si legano a effetti positivi che vanno anche oltre la corretta gestione di un rifiuto e riguardano la stabilizzazione e promozione di nuova occupazione, creazione di nuovi mercati per le aziende, creazione di un segmento di economia circolare che funzioni e che, in prospettiva, si alimenti in una sola logica di mercato.
Il lavoro incessante di Ecopneus su questi fronti ha contribuito alla dinamica virtuosa che è possibile osservare negli ultimi anni nei dati sul rapporto tra recupero di materia e recupero energetico della gomma riciclata da PFU.