Ricerca & Sviluppo

Un settore al centro della ricerca e dello sviluppo tecnologico: l’impegno di Ecopneus 

Negli ultimi anni notevole attenzione hanno ricevuto lo studio e la messa a punto di soluzioni tecniche finalizzate ad un miglioramento delle prestazioni delle strade per ciò che concerne l’affidabilità, la sicurezza ed il comfort per gli automobilisti. Gli asfalti modificati con polverino di gomma riciclata da Pneumatici Fuori Uso rappresentano oggi una delle soluzioni di maggiore interesse per le Pubbliche Amministrazioni, gli Enti Gestori e gli operatori del settore stradale.

Ecopneus ha attivato e supportato numerosi studi e ricerche finalizzate a diffondere la necessaria informazione ed una maggiore conoscenza su questa valida applicazione della gomma riciclata. È stata infatti partner in diverse nuove realizzazioni e protagonista di numerose campagne di monitoraggio acustico, di studi sull’esposizione dei lavoratori e analisi dei rischi associati, portati a termine in collaborazione con primari centri di ricerca italiani ed europei.

 

I quaderni tecnici sugli asfalti modificati

Ecopneus si è fatta promotrice, in collaborazione con Università e centri di ricerca, di una collana di dossier tecnici in cui vengono affrontati in modo scientifico aspetti tecnici, case history, formulazioni e prestazioni delle diverse tipologie di asfalto modificato. L’obiettivo è quello di favorire la circolazione di informazioni e aggiornamenti tecnici tra tutti i soggetti della filiera italiana dell’asfalto, che possa portare ad un’estensione su larga scala di questa valida soluzione per le nostre strade. Scaricali tutti!
08. Prestazioni acustiche degli asfalti modificati in scenari urbani
13. Guida per la produzione di bitumi con polverino di gomma da PFU
16. La Variante Canali di Reggio Emilia: una strada green
17: Strati di usura con polverino da PFU per la viabilità urbana

 

La collaborazione con le Forze Armate: test e nuove formulazioni

Ecopneus e le diverse strutture delle Forze Armate coinvolte hanno messo a fattor comune il proprio know-how tecnico e competenze specifiche per approfondire in sinergia prestazioni e formulazioni ideali delle diverse applicazioni della gomma riciclata. Primi interventi sono stati già portati a termine presso la Città Militare della Cecchignola a Roma e presso il Centro Ospedaliero Militare di Milano.

La sperimentazione sulla rete stradale ANAS

I risultati di una sperimentazione avviata nel luglio 2019 sulla rete stradale Anas, hanno confermato la validità di questa tecnologia per il risanamento acustico delle pavimentazioni stradali. Dai test è emerso che l’impiego di tecnologie e materiali eco-compatibili rappresenta oggi la soluzione tecnica che centra meglio gli obiettivi di riduzione dell’impatto ambientale e acustico, assicurando al contempo prestazioni in esercizio ottimali.

 

 

Il Progetto Life Eu Nereide 

Il progetto Life-Nereide, co-finanziato dall’Unione Europea, mira a ottimizzare i benefici acustici, di riduzione dell’inquinamento atmosferico e degli impatti ambientali complessivi con l’utilizzo di pavimentazioni stradali realizzate con l’impiego di gomma riciclata e fresato di asfalto. Ecopneus è partner del progetto insieme all’Università di Pisa, che ne è capofila, ARPA Toscana, il Belgian Road Research Centre, l’Istituto di acustica e sensoristica del CNR “Orso Mario Corbino” e la Regione Toscana.

All’interno del progetto sono state realizzate già 12 differenti miscele di conglomerato bituminoso per strati di usura a bassa emissione sonora, stese in alcune aree della Toscana in Provincia di Lucca e in Provincia di Arezzo.

Sono stati complessivamente utilizzati oltre 24.000 kg di gomma riciclata e il 30-50% di asfalto riciclato. Le pavimentazioni sono state prodotte e posate con tecnologia “warm”, ossia a temperature inferiori di 30-40 C° rispetto agli asfalti convenzionali, abbassando anche del 30% l’emissione di vapori di Idrocarburi Policiclici Aromatici (IPA).

È prevista una riduzione dell’inquinamento acustico urbano di almeno 5dB e un aumento dell’attrito del 20%, migliorando inoltre anche la sicurezza stradale.

 

Il progetto di ricerca internazionale RubbeRap

Il progetto internazionale RubberRap, di cui Ecopneus è partner insieme all’Università degli Studi di Palermo e l’Università francese Gustave Eiffel, si propone di fornire dati scientifici rispetto la fattibilità di impiegare efficacemente il fresato in scala di laboratorio ed oltre. Il progetto è stato lanciato di recente e prevede l’esecuzione di un programma sperimentale multidisciplinare volto ad ingegnerizzare l’asfalto gommato rigenerato, determinando le prestazioni meccaniche e la qualità dei fumi prodotti durante la miscelazione. La campagna di laboratorio sarà condotta confrontando miscele convenzionali con miscele Rub-RAP prodotte con almeno due cicli di invecchiamento.

Attualmente nel trapanese si è tenuto il primo test sul campo della ricerca nel quale sono state effettuate delle stese di prova per verificare l’assenza di limitazioni operative durante le fasi di miscelazione, stesa e compattazione. Operai, imprenditori e tecnici di alcuni comuni della Provincia, hanno constatato come la lavorabilità, l’emissione di fumi e la pulizia dei macchinari risultano addirittura migliorate rispetto agli asfalti convenzionali.