Convegno Ecopneus: lotta all'illegalità, tutela dell'ambiente e nuovi mercati

Pubblicato il 07 Giugno 2012

La cultura della legalità, la creazione di nuovi mercati e la sostenibilità ambientale, rappresentano oggi le sfide più importanti che la società e l’industria stanno affrontando per la costruzione in Italia di una vera recycling society: un cambiamento epocale, accelerato dalla crisi economica ed energetica e dal depauperamento delle risorse.

In questo scenario l’industria del recupero dei Pneumatici Fuori Uso, può e vuole giocare un ruolo da protagonista contribuendo a liberare il Paese dall’illegalità e a produrre nuova economia e posti di lavoro.

Questi i temi affrontati ieri nel convegno Ecopneus che si è tenuto alla Casa del Cinema di Roma. L’evento condotto dalla giornalista televisiva Tessa Gelisio ha visto la partecipazione di Istituzioni, Forze dell’ordine, aziende ed ha visto, inoltre, l’intervento conclusivo del Ministro dell’Ambiente Corrado Clini.

Report di Sostenibilità

Dopo i saluti iniziali del Presidente Ecopneus Andy Davies e del Direttore Generale Giovanni Corbetta, nella prima parte del convegno si è dato spazio alla presentazione, da parte del Prof. Marco Frey, del primo bilancio di sostenibilità Ecopneus: puntuale rendicontazione non solo dei risultati in termini di sostenibilità, ma anche dell’utilizzo delle risorse economiche raccolte attraverso il contributo ambientale. Il documento è disponibile in versione sfogliabile o scaricabile in pdf.

La cultura della legalità

La cultura della legalità è stato spunto di discussione della tavola rotonda tra Enrico Fontana di Legambiente, Giuseppe Peleggi Direttore Generale dell’Agenzia delle Dogane e Donato Ceglie, Magistrato della Procura di Napoli. Al termine il Dr. Peleggi e Giovanni Corbetta, Direttore Generale di Ecopneus hanno firmato un protocollo d’intesa che vedrà la Società Consortile diventare partner tecnico dell’Agenzia per il monitoraggio dei flussi legati al commercio internazionale di PFU.

Creazione di Nuovi Mercati

Nella seconda parte del convegno partendo dalla decennale esperienza americana nell’utilizzo del polverino di gomma per la realizzazione di strade, illustrata da Mark Belshe Executive Director della Rubber Pavements Association si è affrontato il tema dello sviluppo, nel medio-lungo periodo, di una strategia industriale che risponda agli indirizzi dell'Unione Europea in materia di Green Public Procurement.

Durante la tavola rotonda, Silvano Falocco Coordinatore GPP Net, del Senatore Andrea Fluttero - Segretario della Commissione Ambiente del Senato del Senato della Repubblica, dell’On. Ermete Realacci e di Edo Ronchi, Presidente della Fondazione Sviluppo Sostenibile hanno delineato e analizzato le strategie da strutturare per  favorire la creazione di un mercato forte, stabile e articolato per il reimpiego dei materiali derivati dai PFU e che riequilibri il rapporto tra recupero energetico e riciclo a favore di quest'ultimo.

E' poi intervenuto l’On. Angelo Alessandri, Presidente della Commissione Ambiente alla Camera dei Deputati, seguito dall’intervento conclusivo del Ministro dell’Ambiente Corrado Clini, che ha annunciato l’avvio delle operazioni da parte di Ecopneus per il prelievo di circa 3.000 tonnellate di Pneumatici Fuori Uso che giacciono accumulati ad Oristano. Le operazioni sono finanziate grazie al 30% dell’avanzo di gestione accumulato da Ecopneus nel 2011.

Il decreto che regolamenta l'attività dei produttori e importatori di Pneumatici e delle loro forme associate, infatti, prevede che ogni anno il 30% dell'eventuale avanzo di gestione debba essere destinato a prelievi da stock storici al fine di rimuovere l’ampio numero di siti oggetto di abbandoni ancora esistenti in Italia e comunicato al Ministero dell’Ambiente.

 

Documenti correlati:

- comunicato stampa relativo all'accordo con l'Agenzia delle Dogane

- comunicato stampa relativo al prelievo dal sito di Oristano



Scopri il catalogo